LUCA BONFANTI - RAPPRESENTA L'ARTE ITALIANA PER EXPO MILANO 2015 E UNA COMMISSIONE DA ENTI DELLO STATO ITALIANO IN OMAGGIO A LEONARDO DA VINCI ULTIMA CENA

LUCA BONFANTI SELEZIONATO E INVITATO A RAPPRESENTARE L'ARTE ITALIANA IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 attraverso UN GRANDE OMAGGIO AL GENIO DI LEONARDO DA VINCI, CON UNA PERSONALE REINTERPRETAZIONE DELL'ULTIMA CENA...

 

Il Progetto Container Lab si è inoltre gemellato con quello che amiamo definire il nostro "13mo apostolo", ossia il Genio Leonardo da Vinci. Il progetto sarà infatti accompagnato dall’esposizione delle Chiuse Leonardesche realizzate da Leonardo Da Vinci, che lo vide protagonista a Milano nella realizzazione dei Navigli. In alcuni dei luoghi dove le chiuse Leonardesche verranno esposte sarà realizzata una mostra fotografica sulla storia, la diagnostica e il restauro delle suddette chiuse ritrovate nella Conca Dell’Incoronata, altrimenti detta in dialetto milanese “FOPPON DE SAN MARC”.

Il progetto di restauro delle Chiuse Leonardesche dell’Incoronata prevede la compartecipazione di differenti enti e persone: la Società dei Navigli Lombardi, il Comune di Milano, la Società di restauro CORES 4N. Il restauro dei manufatti è stato affidato al Centro Studi e Ricerche Legno e al Dipartimento di Studi e Architettura Urbana del Politecnico di Milano. La Direzione del Centro Studi legno è affidata al Prof. Maurizio Boriani, Ordinario di restauro del PoliMi. La Vice Direzione del progetto e la cura delle attività tecnico-pratiche è a cura dell’arch. Gabriele Elli. La parte amministrativa e di segreteria è per parte del Dottor. Paolo Paleari. In occasione d’Expo sarà quindi allestito un percorso itinerante a tappe in luoghi prescelti, al fine di condurre i turisti visitatori di tutto il mondo alla scoperta della formidabile ed infinita genialità del grande Maestro Vinciano e dei due grandi maestri rappresentanti dell'arte italiana Milo Lombardo e Luca Bonfanti, artisti facenti parte del progetto Container Lab, selezionati dallo stato Italiano tramite il Dott. Paleari, che realizzeranno opere sul codice delle acque e una nuova visione in chiave moderna dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci dalle notevoli dimensioni 293 x153 cm, cioè un terzo rispetto all'originale che si trova in Santa Maria delle Grazie a Milano. I due artisti renderanno quindi omaggio a Leonardo da Vinci e all'Italia rappresentando una continuità tra l’arte del Grande Genio del ‘500 e quella del XXI secolo.